1. Che cos'è un Coronavirus?

I Coronavirus sono una vasta famiglia di virus noti per causare malattie che vanno dal comune raffreddore a malattie più gravi come la Sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la Sindrome respiratoria acuta grave (SARS).

2. Cos'è un nuovo coronavirus?

Un nuovo Coronavirus (nCoV) è un nuovo ceppo di coronavirus che non è stato precedentemente mai identificato nell'uomo. In particolare quello denominato SARS-CoV-2 (precedentemente 2019-nCoV), non è mai stato identificato prima di essere segnalato a Wuhan, Cina, a dicembre 2019.

3. Cosa è il SARS-Cov-2?

Il virus che causa l'attuale epidemia di coronavirus è stato chiamato Sindrome Respiratoria Acuta Grave-CoronaVirus-2 - (SARS-CoV-2).

4. Cos'è la Covid-19

La malattia provocata dal nuovo Coronavirus ha un nome: “COVID-19” (dove 'CO' sta per corona, 'VI' per virus, 'D' per disease e '19' indica l'anno in cui si è manifestata). Lo ha annunciato l’11 febbraio 2020 il Direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus.

5. Che cosa indicano i valori R0 e Rt?

R0 indica il numero medio di infezioni direttamente provocate da ciascun individuo infetto all’inizio dell’epidemia e in assenza di misure di contenimento. Se R0 è 2 ne contagerà 2, ciascuno dei quali contagerà a sua volta lo stesso numero di persone. Maggiore è il valore di R0 e più elevato è il rischio di diffusione del virus. Se R0 è minore di 1 (cioè ogni infettato contagia meno di una persona), significa che l’infezione tenderà a estinguersi naturalmente perché diminuirà progressivamente il numero dei contagiati.

Rt è l'espressione dello stesso indice in un dato momento dell’epidemia in funzione delle misure di contenimento adottate. Quanto più Rt sarà vicino a zero, tanto più rapida sarà l'eliminazione dell’infezione nella popolazione. Rt permette di misurare l’efficacia degli eventuali interventi di prevenzione e restrizione adottati per limitare e contrastare la diffusione della malattia.

6. Differenze tra test sierologico e tampone?

Il tamponefaringeo (prelevato dalla bocca) o naso-faringeo (prelevato dal naso), serve per diagnosticare la presenza del virus nell'organismo e quindi l'infezione in corso. Praticamente ti dice se nel momento in cui hai fatto il tampone sei o non sei positivo al virus.

Il test sierologico serve a capire se una persona è gia entrata in contatto con il virus.
Risultati del test:

  • Positivo: il test dimostra la presenza nel sangue del paziente di alcuni anticorpi (se IgM positivi: infezione recente; se IgM negativi e IgG positivi: infezione passata), ma non indica necessariamente se gli anticorpi sono veramente neutralizzanti (se una persona è protetta), per quanto tempo la persona sarà protetta (se per tutta la vita, per anni o per mesi) e se è guarita.
  • Negativo: un test sierologico negativo può avere vari significati:
    • Una persona non è stata infettata da SARS-CoV-2, oppure è stata infettata molto recentemente (meno di 8-10 giorni prima) e non ha ancora sviluppato la risposta anticorporale al virus;
    • È stata infettata ma il titolo di anticorpi che ha sviluppato è, al momento dell'esecuzione del test, al di sotto del livello di rilevazione del test.

Fonti

Organizzazione Mondiale
della Sanità

Ministero della salute

Dipartimento della
protezione civile